Nostra Signora Volto Santo

Suor Blandina

suor blandina res - Suor Blandina

Suor Blandina Paschalis Schlömer nel 1979, sfogliando una rivista svizzera, trovò un articolo nel quale si parlava di corrispondenza di proporzioni tra il Volto Santo di Manoppello e la Sacra Sindone di Torino.  

Suor Blandina, fortemente incuriosita,  iniziò ad osservare e studiare il Volto.  Le sembrava strano, chiuso, incomprensibile e soprattutto totalmente estraneo alla Sacra Sindone. Cominciava così il suo cammino di esplorazione. Quasi ogni giorno scopriva una nuova corrispondenza, punti e costellazioni geometriche in ogni parte del Volto. Le forme geometriche invitavano a realizzare sovrapposizioni e, nel corso degli anni, diventò possibile fare foto su lucidi per arrivare ad avere la grandezza originale di entrambe le Sante reliquie. 

È attraverso tali sperimentazioni che giunse alla dimostrazione del fatto che, tra le due reliquie, ogni punto dell’ una corrispondeva esattamente ad un preciso punto dell’altra: le forme geometriche della Sindone e del Volto Santo di Manoppello, seppure esternamente molto differenti, sovrapposte rivelavano un unico Volto.

Blandina cerca a dimostrare il fatto stupefacente, per così dire, che “ uno più uno è uno”. Oggi Suor Blandina vive a Manoppello e persegue tenacemente nelle sue ricerche per diffondere la sua scoperta e renderne partecipe un numero sempre maggiore di fedeli. 

Suor Blandina

loading - Suor Blandina
Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar
Scroll Up